Carceri, un detenuto aggredisce un agente penitenziario a Bari

di Pamela Iaffaldano giovedì, 18 aprile 2013 ore 16:18

Affetto da gravi patologie psichiche era stato da poco trasferito nel carcere di Bari, da Lecce

 

Polizia penitenziaria

Bari - Sospetta frattura del femore e gravi complicazioni alle articolazioni delle ginocchia, questa la prima diagnosi del poliziotto penitenziario aggredito da un detenuto nel corso di un trasferimento da una sezione ad un’altra del carcere.  “Il recluso –spiega Eugenio Sarno, segretario generale della Uil Penitenziari-  una volta messo a terra l’agente, gli è saltato sulle gambe, colpendole, per questo il nostro incaricato rischia gravi complicazioni. Il corpo di polizia penitenziaria paga un tributo salatissimo, tanto che nell’ultimo triennio sono più di 1800 le unità che hanno riportato ferite conseguenti ad aggressioni”.

Nell’ambito della realizzazione dei circuiti penitenziari dovrebbe essere d’obbligo la predisposizione di aree detentive nelle quali, oltre ad un percorso di custodia, venga affiancato un adeguato sostegno e trattamento sanitario, per arginare una delle problematiche più gravi della difficile situazione penitenziaria: l’aggressione ai danni del personale di servizio.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!