Klimahouse approda nella Puglia delle rinnovabili

di Giuseppe Milano giovedì, 29 marzo 2012 ore 23:33
Formazione e informazione per le centinaia di operatori e cittadini presenti 

CasaClima

Bari - Da Bolzano a Bari. Klimahouse approda per la prima volta nella regione italiana più “amica dell'ambiente”. A dare il via alla manifestazione, presso la Cittadella della Scienza – dove fino a sabato si susseguiranno convegni e seminari per professionisti, operatori del mercato ma anche semplici cittadini – il convegno "Risparmio energetico e sostenibilità ambientale nel sistema edificio-impianto". Negli stand espositivi, intanto, sono ospitate aziende produttrici di isolanti termo-acustici, coperture, strutture verticali e orizzontali, facciate ventilate, elementi prefabbricati e per il risanamento, tecnologie per il riscaldamento, il raffreddamento, la ventilazione, le energie rinnovabili. 

Secondo la normativa europea vigente – il “pacchetto 20 – 20 – 20” – bisogna tendere verso l'obiettivo di avere emissioni zero entro il 2018 per l'edilizia pubblica e il 2020 per l'edilizia privata. Ma se il 20% di energia da fonti rinnovabili sarà raggiunto anche grazie al contributo dato dalla nostra regione (la prima in Italia con i suoi 23 mila impianti) e possibile sembra essere pure il traguardo del 20% in meno di CO2 in atmosfera grazie alla crisi finanziaria – industriale, il terzo, quello di avere il 20% di efficientamento energetico, ad oggi, è quasi irraggiungibile. L'Italia è il secondo Paese in Europa per produzione di cemento con il fenomeno dello sprawl (ossia dell'urbanizzazione ad alta densità) per anni quasi del tutto sottovalutato. 

Una delle stime più accreditate parla di 11 milioni e mezzo di edifici per quasi 28 milioni di alloggi. Ne consegue, pertanto, che efficientare energeticamente le nostre residenze è fondamentale non solo per una dimensione ambientale, ma anche economica. Quella che può essere una spesa consistente oggi, può rappresentare un investimento domani. In gioco, del resto, non c'è solo la possibilità per l'utente di vivere in modo più confortevole, ma con le varie certificazioni di qualità rilasciate dall'Agenzia CasaClima, di avere un alloggio assai più appetibile sul mercato residenziale. L'edilizia, inoltre, da essere il settore più energivoro può diventare quello a più alto tasso di soluzioni tecnologiche innovative ed ecosostenibili. Basti pensare alla moltitudine di materiali isolanti (contro l'inquinamento acustico o la dispersione termica) dalle alte prestazioni capaci di ridurre spesso anche del 70% i consumi. O alla variegata genealogia degli infissi a doppio o triplo vetro, in legno lamellare o alluminio o acciaio, con o senza elementi di oscuramento come i brise-soleil (che limitano l'irraggiamento), mediante i quali è più facile avere locali freschi d'estate e caldi d'inverno. Tanto più nella nostra Puglia, dove le temperature estive sono alte e altrettanto i consumi energetici. 

Non dimenticando, poi, l'ausilio dato dalla domotica, soprattutto per quanto attiene il controllo e la gestione degli apparati domestici, quali luce, gas e temperature. La rivoluzione energetica è già in corso, a testimonianza anche di una mutata consapevolezza etica-ambientale da parte di cittadini, tecnici e addetti delle imprese. Sinergie che devono pesare sulle scelte della politica. Fino ad ad oggi non è ancora stato varato il Piano Energetico Nazionale, mentre è previsto un Quinto Conto Energia (stante all'ultima bozza ufficiale presentata nei giorni scorsi) che rischia di affossare l'unico settore produttivo che presenta parametri positivi, che occupa non meno di un milione e mezzo di persone in tutta Italia e che produce un fatturato annuo di oltre un miliardo e mezzo di euro.  In programma, infine, anche visite guidate tecniche ad alcune residenze presenti sul territorio pugliese e costruite secondo la filosofia CasaClima. Sono tre i tour previsti: il primo si è svolto oggi a "Villa Di Gioia", residenza unifamiliare CasaClima Gold+ a Bisceglie; il secondo e terzo domani 30 marzo, la mattina a "Casa Squicciarini", residenza unifamiliare CasaClima A ad Altamura, e il pomeriggio a "Casa Longano", residenza trifamiliare CasaClima A a Monopoli. 

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!