Fassina presenta "Il lavoro prima di tutto" con Vendola. Senza sagome di cartone

di Gianvito Rutigliano mercoledì, 30 maggio 2012 ore 20:57

Il responsabile economico del Partito Democratico a Bari per presentare il suo libro. "Riduciamo la morsa dell'austerità per far ripartire il Paese". E sul siparietto Vendola-Di Pietro a La7 con un sagomato di Bersani: "Dobbiamo ridare sobrietà al linguaggio della politica". Con stoccata a Grillo

Bari - Che Stefano Fassina incarni quella parte del Pd che piace di più a sinistra, si capisce scrutando la platea e i relatori. Consiglieri comunali, assessori regionali e di Bari città, democratici e di Sel in gran parte. Associazioni culturali/politiche, Cgil, curiosi, ex Ds. Tantissimi ex Ds, come in un ritrovo amarcord. Tutti a tessere le lodi di Fassina e delle ricette contenute nel libro "Il lavoro prima di tutto" che ha presentato nel capoluogo. Perché si sa che il responsabile economico nazionale detta la linea sui temi per conto del segretario Pier Luigi Bersani. E quasi sempre è vicino alle istanze più lontane dalle idee liberiste, suscitando grandi simpatie alla sinistra del partito. La presenza di Nichi Vendola al tavolo la dice lunga.

Al primo posto tra le parole chiave scelte c'è "sviluppo". Un concetto che ripete più volte, a conferma del tema principale del volume che ha scritto, in netta separazione dall'austerità reclamata da quel Governo Monti più volte criticato (anche se sostenuto dal Pd in Parlamento). "Il terremoto ha dimostrato che esistono aziende sane e produttive in questo Paese - spiega l'economista - e a cui dobbiamo dare ossigeno, allentando la morsa dell'austerità che pesa sulle possibilità di sviluppo. Va ridotta la pressione su famiglie e redditi d'impresa. Se non riparte lo sviluppo nemmeno la finanza pubblica va a posto". Le possibilità: "Servono risorse per ripartire con gli investimenti: è stato allentato il patto di stabilità per Comuni terremotati, ma non bisognerebbe aspettare i terremoti. I Comuni devono fare investimenti a favore delle piccole imprese per creare lavoro, quindi più entrate e meno ammortizzatori sociali. Nell'area euro la destra ha imposto l'austerità che ci sta portando a fondo. La nostra priorità è la correzione della rotta; ora abbiamo la credibilità per chiederlo".

Ma il vento pare cambiare in Europa, anche nell'Italia dei tecnici: "Dopo la vittoria di Hollande in Francia, Monti su nostra sollecitazione insiste per non contare gli investimenti in calcolo deficit. Non è facile ma è l'unica strada. Con un'austerità cieca andiamo a fondo come la politica dell'area imposta dalla Merkel ha affondato la Grecia". Una revisione di giudizio sul governo Monti allora, dopo le critiche? "Il decreto salva-Italia è stato brutale ed iniquo sulle pensioni: l'esplosione degli esodati lo mette in evidenza. Certo, il governo è in una situazione difficile, il dover avere il consenso anche Pdl lo porta anche a scelte che non condividiamo; anche sull'ICI non va bene: andrebbe redistribuito carico fiscale sui grandi patrimoni". E il pareggio di bilancio, tanto criticato dallo stesso Fassina e poi votato anche dal Pd? "Era la condizione per sederci a Bruxelles e cambiare l'agenda. Resta una misura con poco senso sul piano economico, ma necessario su quello politico. Ora sotto con eurobond, tassa sulle transazioni finanziarie, mutualizzazioni dei debiti e sviluppo.

E un occhio alla politica dei partiti, a pochi giorni dall'ultimatum di Sel e Idv, in tv con la sagoma di Bersani. Un pensiero a presentarsi a Bari con il sagomato di Vendola? "(ride). Dobbiamo ridare al linguaggio politica sobrietà. Se parla il linguaggio dello spettacolo, è inevitabile che uomini di spettacolo abbiano il primato (Beppe Grillo, ndr). I punti politici li discutiamo: è fondamentale che la coalizione conti innanzitutto sulle forze progressiste e non solo partiti. Vanno coinvolte le energie positive del lavoro per una prospettiva di Governo credibile. Non possiamo sbagliare".

Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!